Rosa! Riviste Oggetti Sogni Al femminile

 27 ottobre 2009-15 gennaio 2010

Con una Biblioteca...alla moda, esposizione, incontri, dibattiti intorno all'illustrazione di moda e  alla stampa periodica dei primi quaranta anni del novecento, la Biblioteca Universitaria  Alessandrina, in occasione della Settimana della Cultura 2009, sperimentava un itinerario  inconsueto  attraverso un universo, quello della moda, di solito poco frequentato da biblioteche e archivi.
Di qui la mostra ROSA! Riviste, Oggetti, Sogni Al femminile e le diverse iniziative correlate, realizzate dalla Biblioteca Universitaria Alessandrina, che, cogliendo l'occasione della quarta edizione di Ottobre piovono libri, ha voluto ampliare e diversificare l'iniziale proposta culturale.
 La mostra e il suo catalogo, infatti, tracciano un percorso cronologico di più ampio respiro: dal cinquecentesco Degli Habiti antichi et moderni di diuerse parti del mondo... di Cesare Vecellio,  dal manuale di ricamo edito in Venezia nel 1591, alle riviste  e monografie del secolo passato con particolare attenzione ai primi anni cinquanta, dall'ottocentesca Enciclopedia Roret , dai   disegni di John Guida ai più recenti prodotti editoriali, frutto di un'attenta politica di nuove acquisizioni.

I documenti in mostra e in catalogo - monografie, periodici, immagini, foto - tutti appartenenti ai fondi dell'Istituto, testimoniano la ricchezza e complessità di un universo prevalentemente in rosa, che costituisce un interessante osservatorio della storia sociale, economica, culturale italiana.
Seguendo il filo rosso della  storia della moda e cucendo insieme prospettive e  piani di indagine Il progetto della Biblioteca Alessandrina ha proposto una lettura integrata del pianeta moda, puntando sull'interdisciplinarietà come unico approccio possibile per aggregare competenze professionali diverse e per contrastare quella frammentarietà e segmentazione dei percorsi formativi, tante volte lamentata da docenti, ricercatori, studenti, operatori del settore.
ROSA! è stata  quindi, anche - e soprattutto - un'opportunità per fare rete con referenti diversi, istituzionali e non, per creare occasioni di dialogo tra ricerca e impresa e raggiungere pubblici diversi : studiosi, ricercatori, studenti, ma anche i cittadini, incuriositi da un tema accattivante e, solo in apparenza, effimero.
In questa prospettiva sono nate le diverse iniziative ROSA! :i seminari  in cui i diversi contributi, dal giornalista allo storico, dall'economista allo storico della cultura, hanno tracciato un reticolo, di cui la moda è centro e motore; la mostra, che, come si è detto, ha presentato una selezione di documenti i di contenuto e tipologia assai varia, i laboratori, il concorso di idee. Sono state altrettante occasioni di approfondimento disciplinare, ma anche opportunità di conoscenza  e fruizione dei servizi bibliotecari e di valorizzazione del patrimonio bibliografico e documentario dell'Istituto.